Ad un certo punto della storia di Vignale, una parte consistente dell’insediamento è occupato da una estesa necropoli che ospitava alcune decine di sepolture in fosse terragne, completamente prive di corredo e tagliate nei pavimenti della villa romana.

T 6-2 piccola

L’estensione e la disposizione ordinata delle tombe lasciano pensare all’esistenza di un cimitero più o meno organizzato per una comunità abbastanza numerosa (forse un villaggio?) che doveva abitare in una zona non troppo distante.

La cronologia di funzionamento di questa necropoli e dell’insediamento che essa presuppone è ancora assai oscura, ma sembra possibile pensare a una data compresa tra la “fine” dell’insediamento antico (VI-VII sec. d. C. ?) e lo sviluppo dell’insediamento medievale sulle alture (X-XII secolo).