Se c’era una cosa che eravamo praticamente certi di trovare nello scavo di Vignale, quella era almeno pezzo del tracciato dell’antica via Aurelia/Aemilia Scauri.

L’Aurelia/Aemilia Scauri costituisce da sempre un grande problema per gli studiosi di topografia stradale romana, perché della sua esistenza ci parlano pochissime fonti, anche se si trattava di una strada fondamentale nell’Italia romana, perché collegava l’Urbe con la costa tirrenica fino a Pisa e Luni e poi anche oltre.

Sappiamo con qualche certezza che la strada venne completata qualche anno prima del 100 a.C., da Emilio Scauro, ma non sappiamo affatto se questo intervento fu un prolungamento, una riorganizzazione generale o un semplice restauro di una strada già esistente, l’Aurelia appunto, di cui fonti molto più tarde attestano peraltro due tracciati, l’Aurelia Nova e l’Aurelia Vetus, ovvero più antica.

Una questione davvero molto complessa, ma che ci riguardava in fondo solo marginalmente: quando che fosse stata costruita e chiunque fosse il suo patrono, la strada doveva certamente passare da Vignale, per una banale ragione di ordine topografico.

Immediatamente a sud di Vignale, le colline giungono quasi a toccare il mare e lo spazio per far passare una strada parallela alla costa non è poi moltissimo; immediatamente a nord di Vignale, l’antica strada c’era ed era rimasta visibile fino agli inizi dell’800, quando venne per lunghi tratti riutilizzata come base del tracciato della Via Regia Grossetana, antenata a sua volta della SS 1 – Aurelia.

Insomma, a noi non spettava altro compito che piazzare un sondaggio nella posizione giusta e la strada antica sarebbe saltata fuori in tutto il suo maestoso splendore.

Così non è stato. Di sondaggi ne abbiamo fatti moltissimi, ogni volta con la presunzione di fare centro, e puntualmente ci siamo ritrovati con un nulla di fatto: la strada sembra prendersi gioco di noi e non si fa trovare.

Ma noi non disperiamo: continuiamo a elaborare ipotesi per provare a risolvere il mistero della strada invisibile e continuiamo a fare sondaggi. A noi va bene così: anche perché ogni sondaggio che fallisce nel cercare la strada ci apre un punto di vista nuovo e inaspettato su un sito davvero straordinariamente complesso e interessante.

One thought on “La strada invisibile

  1. Salve
    Lo scavo 2013 rendera’ la strada visibile finalmente!!
    A settembre verro’ a trovarvi sullo scavo.
    Ribadisco che la Aemilia Scauri si trova sotto lo stradello di accesso allo scavo chiamata via Emilia nel catasto ottocentesco.
    Rutilius

Comments are closed.