La campagna di scavo 2011 è ormai terminata, ma non lo scavo dell’ambiente 16!

Contro le nostre aspettative il lavoro si è dimostrato più lungo e articolato del previsto, come se non bastasse ci si è messa anche la natura che ha dimezzato il personale (2 persone) con un’epidemia di febbre bubbonica.

Il crollo di intonaci ad inizio campagna sembrava composto da pochi strati abbastanza omogenei, quindi avevamo previsto di riuscire a recuperare tutto il materiale agevolmente in una sola campagna.

Scavando invece ci siamo accorti che le cose non stavano proprio così e che sarebbe occorso molto più tempo per completare l’opera.

Abbiamo quindi adottato una strategia di selezione e ci siamo concentrati nella zona nord dell’ambiente per recuperare almeno quella parte. Le operazioni procedevano abbastanza speditamente se non che la peste ha infingardamente colpito Alessandro durante l’ultima settimana di scavo lasciando a Nina tutto il lavoro (2-1=1).

Nonostante questa serie di sfortunati eventi il materiale recuperato è molto (vedere la foto per credere) e molto sarà il tempo che questo inverno dedicheremo allo studio e all’analisi degli intonaci.

Studio in laboratorio
Lo studio degli intonaci in A21 (il nostro laboratorio)

Il blog verrà aggiornato di pari passo con le attività invernali, continuate a seguirci!!
Un saluto da Ale e Nina!

Rispondi