Come al solito alle 8 siamo già sul cantiere di scavo. Rapida ricapitolazione delle procedure in caso di incidente e tutti al lavoro.

Il mio gruppo prosegue il lavoro nel sondaggio 14: io mi occupo di scavare la rimanente parte del cumulo di macerie fra il basolato del portico ed il muro che circondava lo stesso e, nel frattempo, cercare le tracce della colonna del porticato (con scarsi risultati, fra l’altro…). Nel frattempo Elisa ripulisce l’angolo nord-est nel quale si trova una zona di terra rossa che è presente anche in altri punti del sondaggio e della cui provenienza e causa non siamo sicuri. Andrea e Roberto, invece, mettono in risalto i contorni e le divisioni fra le unità stratigrafiche nella metà ovest del sondaggio (durante il quale quest’ultimo trova una moneta nell’aratura, la prima della sua carriera); infine Stefano fa la sponda fra il sondaggio ed una stazione totale capricciosa e recalcitante che rifiuta di funzionare.

Dopo pranzo ripuliamo tutta l’area in modo da poter scattare una foto zenitale del saggio ed in questo modo documentare lo stato dello stesso.

Domani è previsto l’arrivo della ruspa che allargherà il sondaggio, con quali modalità ed in quale direzione è ancora da decidere. Si prospetta una giornata più faticosa rispetto ad oggi…

Rispondi